Come disporre gli asciugamani in bagno in modo ordinato e pratico

Come disporre gli asciugamani in bagno in modo ordinato e pratico

Tra i tanti oggetti che non possono mancare in un bagno ci sono gli asciugamani. Sono indispensabili dopo essersi lavati le mani, ancora più utili quando si esce dalla doccia, buona usanza averne qualcuno in più se abbiamo in casa degli ospiti. Ma proprio perché vengono usati da più persone e per più funzioni, come sistemare asciugamani in bagno? Come fare per differenziare quelli già usati da quelli puliti per gli ospiti? Ecco qualche idea.

Dove riporre gli asciugamani personali?

Iniziamo ovviamente dagli asciugamani personali o da quelli destinati alla famiglia. Dal punto di vista pratico è evidente che questi dovranno essere facilmente accessibili e di conseguenza collocati vicino alla fonte d’acqua. Avremo quindi bisogno di un porta salviette vicino al lavabo, un altro vicino al bidet e (se non usiamo l’accappatoio) anche di un porta asciugamani vicino la doccia o la vasca.

Quali accessori bagno usare allo scopo?

Portasciugamani da parete

I portasciugamani da muro sono ovviamente la soluzione più comune e pratica. Possono essere installati ricorrendo a tasselli e viti. Altrimenti possiamo scegliere portasalviette da incollo che ci eviteranno antiestetici buchi alle pareti difficili poi da coprire.

 

A tal proposito potrebbe interessarti anche “Accessori bagno ad incollo: l’alternativa a tasselli, viti e trapano”.

 

Vicino al mobile lavabo si può scegliere il modello tipico a maniglione. Per il Bidet invece si può anche considerare una forma ad anello, più adatta viste le dimensioni della salvietta.

 

Portasalviette da parete per bidet ad anello.

 

Portasalviette bagno a piantana

Una valida alternativa è il portasciugamani da terra che potrà anche ospitare più asciugamani alla volta. Puoi adottare questa soluzione nel caso lo spazio a disposizione sia limitato o anche quando non si vogliano usare accessori a parete.

Termoarredo

Un termoarredo, oltre ad essere un radiatore, ha la funzione aggiuntiva di poter essere usato come scalda salviette. In base alla configurazione del bagno e alla disposizione dei sanitari, possiamo usarlo per adagiare asciugamani più piccoli o più grandi.

La vera comodità del termo arredo però sta nel poter scaldare gli asciugamani per la doccia o la vasca durante il periodo invernale… un caldo abbraccio che renderà più confortevole l’igiene personale.

 

Scopri in questo video i nostri termo arredo Irsap.

 

Leggi dal Blog “Quale termoarredo scegliere per il proprio bagno?”.

 

Asciugamano ospiti: come distinguerlo dagli altri?

Come accennato all’inizio dell’articolo, è buona norma quella di mettere a disposizione degli ospiti delle salviette pulite per poter usufruire del bagno. Da un lato potremmo tirarli fuori all’occorrenza. Dall’altro invece potremmo anche averli sempre disponibili e accessibili per ogni evenienza. In questo caso però ci dovremo preoccupare di sostituirli quando saranno sporchi e di distinguerli da quelli personali.

Ecco alcuni consigli per disporre gli asciugamani degli ospiti in modo ordinato e separato dai nostri.

Cestino o contenitore da appoggiare al lavabo

Se non abbiamo spazio per altri accessori per bagno specifici, ma ci rimane un po’ di superficie libera sul mobile lavabo (o comunque su un altro piano d’appoggio) possiamo allestire un piccolo cestino o una cassettina dove adagiare alcune salviette. Anziché piegare gli asciugamani nel modo tradizionale potremmo anche arrotolarli.

 

Cesto usato come portasciugamani.

 

Portasalviette da bagno con più bracci

Altra proposta è quella di munirsi a priori di un portasciugamani che possa ospitare più salviette. Le soluzioni a tal proposito sono diverse: un termoarredo dove posare alcune salviette di colore diverso, un portasciugamani da parete con doppio maniglione o a 2 bracci con snodo o ancora una piantana con più bracci e snodi.

Portasciugamani a doppia barra e snodato.

Vai all'articolo precedente:Come arredare un bagno classico: coniugare raffinatezza e praticità
Vai all'articolo successivo:Come arredare un bagno stile zen: atmosfere rilassanti e naturali
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image