Come montare un lavabo da appoggio: consigli pratici

Come montare un lavabo da appoggio: consigli pratici

Il lavabo da appoggio è una delle soluzioni di ultima tendenza e, oltre ad essere estremamente funzionale, è anche piuttosto decorativo. Questo lavandino, disponibile in ceramica o in altri materiali, generalmente è di dimensioni più piccole, ha la forma di una sorta di bacinella e va poggiato su una base. Comodo da installare rapidamente, aggiunge alla stanza da bagno un tocco di modernità e classe e non richiede particolari abilità per essere montato. Ecco perché anche tu, se desideri installarne uno, puoi seguire questa semplice guida su come montare un lavabo da appoggio.

Altezza lavabo appoggio

Prima di passare a come installare un lavabo da appoggio è bene stabilire a quale altezza deve essere montato. Infatti, poiché si tratta di un elemento dall’effetto visivo molto interessante, l’altezza lavabo da appoggio richiede particolare attenzione, anche per esaltare i vari materiali in cui può essere scelto, che vanno dalla ceramica alla pietra.

Poiché deve essere installato su un piano di supporto, è consigliabile che l’altezza installazione lavabo appoggio si mantenga da un minimo di 80 cm fino ad un massimo di 90 cm, considerando l’elemento già montato.

Bisogna sottolineare che non vi sono delle misure obbligatorie da rispettare e che si possono decidere in funzione delle proprie esigenze, ma in linea di massima queste sono quelle consigliate per ottenere una visibilità migliore del lavabo e un uso maggiormente funzionale. Altra cosa importante cui stare attenti è la collocazione del lavabo rispetto alla posizione della rubinetteria, altrimenti l’acqua rischia di fuoriuscire non appena si apre il rubinetto.

Come fissare lavabo da appoggio

Prima di iniziare la procedura per montare lavabo da appoggio è necessario procurarsi:

  • Dei tubi di scarico e sifoni
  • Raccordi e guarnizioni varie
  • Un piano d'appoggio
  • Una sega a tazza e un trapano

Prima di acquistare il lavabo da appoggio devi prendere le misure dello spazio dove intendi installarlo. Nella scelta del lavabo puoi sbizzarrirti nelle forme e nei colori, così come nei materiali, adattando al tuo bagno quello che ritieni sia più indicato per integrarsi nello stile già presente.

È dunque fondamentale scegliere il lavabo giusto, in modo da adeguarne il design all’arredamento presente e creare un effetto estetico molto gradevole. Dopo aver fatto la tua scelta puoi procedere con l’installazione lavabo da appoggio.

Come eseguire il montaggio lavabo da appoggio

Per prima cosa devi posizionare il lavabo sul piano d'appoggio, in corrispondenza del rubinetto che avrai montato in precedenza. Presta attenzione che il lavabo sia posizionato perfettamente al centro, assicurati che il rubinetto sia chiuso e procedi come segue:

  • Traccia il perimetro del lavandino sul piano d'appoggio
  • Traccia un cerchio sul piano d'appoggio in corrispondenza del buco del lavandino da cui passerà l'acqua
  • Esegui un buco nel cerchio tracciato sul piano d’appoggio

Dopo aver fatto il buco sul piano d'appoggio, assicurati che i tubi di collegamento passino alla perfezione. Ora puoi procedere al fissaggio del lavabo da appoggio.

Come avviene il fissaggio lavabo appoggio

A garantire il funzionamento corretto del lavabo sono due elementi, ovvero la piletta di scarico, che svuota dall’acqua in eccesso il lavabo durante il suo utilizzo, e il sifone di scarico, che collega la piletta di scarico agli attacchi dell’impianto idraulico a parete.

Prima di fissare il lavabo, poggialo con delicatezza sulla base, inserisci la parte maschio della piletta e prova ad avvitare la parte femmina. Collega la piletta di scarico al sifone e poi collega anche il sifone all’uscita dello scarico a parete. Se occorre, puoi aggiungere un tubo in PVC al sifone per colmare la distanza che vi può essere tra il sifone e lo scarico, tagliandolo nella misura opportuna.

Prima di incollare definitivamente tutte le giunture, accertati che tutto funzioni alla perfezione. A questo punto puoi procedere all’incollaggio del lavabo con il silicone, e poi, non appena questo sarà completamente asciutto, potrai procedere con la prova di impermeabilità.

Ricorda che il serraggio manuale è la soluzione migliore per chiudere gli elementi che compongono la piletta e non occorrono strumenti di altro genere. Per impedire che si possa formare umidità oppure muffa puoi inserire invece tra il lavabo e il supporto un pezzo di feltro.

Dopo che avrai provveduto ad effettuare la prova di impermeabilizzazione del lavandino, puoi collegare i flessibili d'alimentazione dell'acqua calda e fredda con raccordi senza saldatura.

I nostri consigli

Per ottenere degli ottimi risultati nel montaggio del lavabo d’appoggio e poterne usufruire al meglio, è importante fare delle precisazioni riguardo alla rubinetteria. Infatti, per un migliore utilizzo del lavabo è consigliabile collocare un miscelatore alto posizionato all’esterno della vasca del lavabo, in genere installato anch'esso sul piano d'appoggio o direttamente a parete.

In questi casi la soluzione ideale è il miscelatore a parete, o a muro, da scegliere nel momento in cui si acquista il lavabo, così da individuare l’altezza giusta dove posizionarlo.

Vai all'articolo precedente:Come sturare il bidet intasato con soluzioni fai da te
Vai all'articolo successivo:Lavabo bagno: quale scegliere? Guida ai diversi tipi, materiali e dimensioni
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image