Come montare wc sospeso: consigli pratici

Come montare wc sospeso: consigli pratici

Al giorno d'oggi sempre più spesso quando si progetta un bagno si opta per il montaggio wc sospeso. I sanitari sospesi sono quei pezzi igienici che non sono fissati a terra, ma che vengono ancorati a parete con delle staffe specifiche. Grazie all'utilizzo di kit fissaggio wc sospeso che si trovano in commercio, la posa in opera è rapida e sicura anche nel caso dovessimo lavorare su pareti in cartongesso. Vediamo come montare wc sospeso permetta di dare all'intero bagno un senso di leggerezza che ne influenzerà l'intera estetica, andando incontro a quelle tendenze di stile moderne molto in voga negli ultimi tempi.

Installazione wc sospeso: pro e contro

Come tutte le diverse soluzioni di arredobagno, l'installazione water sospeso comporta sia vantaggi che svantaggi, che devono essere presi in considerazione prima dell'acquisto. Assieme al nostro gusto estetico non dobbiamo dimenticare che ci sono delle esigenze di igiene e praticità che devono essere soddisfatte.

I vantaggi che possiamo identificare nell'installare wc sospeso sono i seguenti:

  • rende molto più semplice la pulizia dei pavimenti, dal momento che non poggiando a terra non rappresenta un ostacolo per spazzoloni e simili;
  • non avendo giunzioni che vengono sollecitate appunto dagli strumenti di pulizia a terra, non si verificheranno accumuli di sporco e residui di silicone tra sanitario e pavimento;
  • lo scarico wc sospeso necessita di meno acqua rispetto a quello tradizionale;
  • dal momento che ha una profondità generalmente ridotta rispetto ai wc tradizionali, risulta essere particolarmente indicato per bagni piccoli;
  • dal punto di vista estetico, preserva l'aspetto continuo e monolitico del pavimento;

Teniamo però bene in considerazione che il montaggio water sospeso è un'operazione che deve essere compiuta con estrema cura, dal momento che quasi tutti i vantaggi che abbiamo elencato derivano principalmente da un'installazione eseguita a regola d'arte.

Con il passare del tempo c'è il rischio che, se il lavoro eseguito non è stato di prim'ordine, la struttura possa cedere e il sanitario crollare. Se notiamo che a lungo andare il wc inizia a presentare dei movimenti è il segno che non è stato montato bene.

Una corretta installazione rende impossibile il crollo del sanitario, per cui questo timore non è da considerarsi tra i deterrenti all'acquisto. Un possibile deterrente concreto può essere, a fianco del prezzo effettivamente più elevato rispetto ai sanitari tradizionali, il fatto che il tubo scarico wc sospeso necessita di uno spessore della parete adeguato al passaggio delle tubazioni, altrimenti bisognerà intervenire con un inspessimento della parete in cartongesso, se non una vera e propria controparete.

Dove e come montare un wc sospeso

Dove montare wc sospeso

Un sanitario sospeso necessita di una parete di spessore minimo di 8 cm, che finita raggiunga i 10 cm. Se non abbiamo a disposizione una parete di queste caratteristiche, dovremo necessariamente realizzare una controparete larga circa 140 cm e che superi leggermente l'altezza wc sospeso. Teniamo sempre a mente che la pendenza scarico wc sospeso deve essere sempre minimo del 2%.

Nel caso non operassimo su pareti in muratura ma su materiali leggeri, come ad esempio il cartongesso, dovremo andare ad utilizzare dei moduli autoportanti, che presentano una predisposizione per l'ancoraggio a terra della staffa per wc sospeso. L'ancoraggio a terra delle staffe può essere una soluzione da prendere in considerazione nel caso sia prevista una particolare sollecitazione dei sanitari, come nel caso dell'utilizzo da parte di persone particolarmente sovrappeso.

Attenzione a scegliere con cura la posizione dei sanitari, dal momento che come si smonta un water sospeso si va ad intervenire pesantemente sulle pareti e per cui qualsiasi spostamento sarebbe un'operazione dal costo e dall'impatto estetico molto importante.

Come montare wc sospeso

La posa in opera dei sanitari sospesi al giorno d'oggi è resa sicura e semplice dai kit predisposti per il montaggio che si trovano in commercio. In questi kit troviamo la cassetta di scarico, i tasselli per la sospensione e gli attacchi per l'alimentazione idrica e lo scarico. Sono sistemi molto solidi e che possono sopportare pesi fino a 400 kg, se installati a regola d'arte. Grazie al fatto che le staffe consentono la regolazione dell'altezza scarico wc sospeso e dell'interasse dei fissaggi, si adattano facilmente a qualsiasi sanitario presente in commercio.

Prima della piastrellatura, bisogna murare i kit sullo spessore della parete. Una volta piastrellato, si andranno a fissare i sanitari alle barre filettate che fuoriescono dal muro. Il kit può essere incassato a parete oppure si può costruire una sottile controparete (la cui parte superiore può essere utilizzata come ripiano): 

  • Kit incassato: i moduli completi di vaschetta di risciacquo hanno uno spessore contenuto (anche solo 8 cm) e possono essere incassati a filo di una tramezza e rivestiti da uno strato di intonaco.
  • Controparete: se non è in atto una demolizione o se la tramezza non consente di incassare il modulo il sistema premontato può essere addossato alla muratura e nascosto in una sottile controparete.
Vai all'articolo precedente:Montaggio sanitari sospesi: tutto quello che devi sapere
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image