Come progettare un bagno per anziani e renderlo sicuro

21 Ottobre 2021
Come progettare un bagno per anziani e renderlo sicuro

Per la progettazione di un bagno attrezzato per anziani sono da considerare, come prima cosa, le difficoltà di chi lo andrà ad utilizzare, le sue condizioni fisiche e di mobilità.

La ristrutturazione di un bagno già esistente per un genitore anziano può prevedere semplicemente degli ausili per aiutarlo nei movimenti. Diverse saranno invece le soluzioni da considerare in caso di disabilità più gravi, che richiederanno un'apposita progettazione e dei costi differenti.

Nel caso di mobilità ridotta e in presenza di una sedia a rotelle, si dovranno considerare delle misure opportune, previste dalla legge nei decreti 384/78 e 236/89, che consentano la vivibilità dello spazio e la sicurezza della persona. I sanitari devono essere collocati ad altezze regolamentate, sospesi da terra come il lavabo, le cui tubature dovranno essere sotto traccia, per eliminare qualsiasi ingombro al di sotto.

Eventuali mobili dovranno essere collocati ad un'altezza che sia comoda per una persona seduta. Se possibile, scegliete arredi dotati di porticine scorrevoli e posizionateli tutti in un lato della stanza, che non sia lo stesso del wc, o comunque ad una distanza che permetta le manovre di una sedia a rotelle senza difficoltà.

In caso di disabilità, i maniglioni a supporto saranno utili lungo tutte le pareti della stanza, compresa la porta. Nel caso in cui questa non sia scorrevole, il maniglione servirà per agevolare la spinta di apertura dall'interno.

Organizzare bagno per anziani: attenzione allo spazio e alla mobilità

La stanza da bagno deve risultare uno spazio comodo in cui spostarsi senza alcun pericolo, ordinato e funzionale. Se una persona con delle difficoltà motorie dovesse utilizzare un bagno stretto, in cui è necessario fare attenzione nel muoversi e senza alcun accessorio di supporto per la sua seduta ed il rialzo, non sarà certamente un ambiente consono all'uso quotidiano.

Per arredare bagno per anziani in modo pratico e al riparo da eventuali pericoli, è da considerare anche la disposizione dei sanitari nella stanza e le distanze minime tra loro, che consentano al contempo l'igiene dell'ambiente e il movimento della persona, senza difficoltà. 

È importante che le dimensioni della stanza siano comode (minimo 180x180), che lo spazio sia ben organizzato e non abbia impedimenti, che gli arredi ausiliari non siano un ingombro, ma appunto un aiuto per chi li utilizza.

Soluzioni bagno per anziani: ausili e accessori funzionali alla mobilità 

Bastano poche attenzioni, mirate e funzionali, per garantire la totale sicurezza dell'utente.

Per ausili bagno per anziani si intendono:

  • maniglioni bagno per anziani, da disporre sia orizzontalmente che in verticale, vicino a wc, vasca e doccia, in modo da aiutare la persona nella seduta e nel rialzo;
  • sedili per vasca da bagno per anziani o per doccia, indispensabili per ridurre il rischio di caduta;
  • vasche da bagno per anziani, progettate per agevolare l'ingresso e l'uscita in totale sicurezza e agilità;
  • accessori bagno per anziani, come lavabo, specchio e porta scorrevole, tutti funzionali alle azioni quotidiane.

Per agevolare sia la pulizia dell'ambiente che l'agilità di movimento della persona, è consigliato, se possibile, disporre tutti i sanitari in un'unica parete: wc, bidet e doccia. La parete opposta sarà lasciata libera per poter disporre i mobili complementari d'arredo, appendiabiti e mensole. Se scegliete dei sanitari sospesi, agevolerete ulteriormente la pulizia.

Con tale disposizione potrete prevedere dei maniglioni in posizioni mirate: in orizzontale o obliquo accanto al wc, di fronte al bidet e verticalmente all'entrata della doccia.

È consigliata una doccia a filo pavimento, per evitare inciampi su gradini bassi. Meglio se con un ingresso aperto, evitando porte di cristallo, che sebbene siano a prova d'urto, potrebbero essere comunque un ulteriore impedimento. In questo modo sarà molto più facile anche la pulizia, grazie alla continuità del pavimento e all'assenza di barriere.

In caso di vasca, invece, ce ne sono di dimensioni ridotte rispetto alle comuni, ideate appositamente per le persone anziane che devono essere comode in seduta, ma senza il bisogno di doversi immergere completamente per potersi lavare. Infatti, le pareti di una vasca ideata per anziani o disabili sono più alte rispetto alle comuni, in modo che l'acqua contenuta al suo interno possa salire fino ai fianchi della persona seduta, senza ovviamente fuoriuscire.

Il mercato oggi offre davvero qualsiasi soluzione in forma e dimensioni, in base alle diverse possibilità che si hanno. Se ne trovano di forma quadrata oppure angolari, con il portellino per l'ingresso e l'uscita, che evita di dover fare passi pericolosi, e con la comoda seduta interna.

Se si ha già una vasca installata e si preferisce tenerla, si potranno apportare alcune semplici modifiche per renderla agevole e comoda anche ad una persona anziana. 

Con il supporto di tecnici specializzati, si potrà creare un'apertura sul lato d'uscita della vasca ed installare una porticina in vetro o in pvc (secondo l'armonia dell'arredo) con chiusura impermeabile. Se si vuole aggiungere anche un sedile interno, è consigliato predisporre anche un vetro sul bordo della vasca che impedisca di bagnare il pavimento durante il bagno e renderlo scivoloso (una tenda non sarebbe sufficiente).

Vai all'articolo precedente:Come realizzare un bagno nel sottotetto: mobili e sanitari da scegliere
Vai all'articolo successivo:Come pulire il piatto doccia in resina: consigli pratici
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su