Come pulire i rubinetti dal calcare

Come pulire i rubinetti dal calcare

Una delle cose più fastidiose da vedere in un bagno è il deposito di calcare sulla rubinetteria, cosa che li rende opachi, macchiati e quindi brutti da vedere. Pulire rubinetti dal calcare, come in generale tutta l’igiene del bagno, è un’operazione da compiere quasi ogni giorno per ridare lucentezza e mantenerli sempre belli nel tempo.

Cos’è il calcare?

Il calcare non è altro che carbonato di calcio (normalmente presente nell'acqua) che si deposita e si secca, là dove l’acqua è schizzata e successivamente evaporata. Per tenere lontano il grosso del calcare è necessario pulire le superfici del bagno quasi quotidianamente.

Di tanto in tanto, può anche essere necessario svitare il rubinetto in prossimità dell’erogatore per rimuovere totalmente il calcare depositatosi fino a ostruire la fuoriuscita dell’acqua. Di seguito qualche suggerimento su come pulire il calcare dai rubinetti.

Rimedi contro il calcare

Esistono prodotti per eliminare il calcare quali detergenti specifici per la pulizia del bagno che, oltre ad eliminare le incrostazioni da deposito, ne evitano il riformarsi creando un film protettivo sulla superficie. Questi prodotti possono risultare aggressivi su certi rubinetti per bagno (quali, ad esempio, quelli cromati oro), in tal caso è sempre meglio preferire un rimedio naturale che fa uso di prodotti non inquinanti e poco aggressivi.

 

Calcare rimedi naturali

 

Rubinetteria bagno e calcare: rimedi naturali

Il miglior rimedio naturale contro il calcare è l’aceto bianco che ha buone proprietà anticalcare e una naturale azione sgrassante. È la soluzione ideale in sostituzione dei detergenti artificiali. Si può versare un po’ di aceto su un panno morbido e strofinare i rubinetti, quindi risciacquare.

In alternativa, è possibile usarlo diluito in acqua tiepida da spruzzare sulle rubinetterie. Quindi occorre strofinare e risciacquare. Se le incrostazioni sono molte, lascia agire qualche minuto l’aceto (puro o diluito) sulla superficie prima di risciacquare.

Se il rubinetto è proprio ostruito per un eccessivo deposito di calcare all’interno, svitalo e metti in una bacinella con aceto la parte dell’erogatore rimovibile. Lascia riposare per qualche minuto, fino a che l’aceto non avrà sciolto tutto il calcare.

Come pulire i rubinetti cromati

Altra considerazione importante riguarda il come pulire la rubinetteria in acciaio o comunque quella con finitura cromata… quella che esteticamente risente di più della presenza del calcare e dello sporco in generale.

Per ridare lucentezza alla rubinetteria cromata (sia che tu abbia usato l’aceto o specifici prodotti per pulire il calcare), dovrai risciacquare e usare un panno morbido per asciugare bene la superficie alla fine. Un piccolo trucco per far risplendere al meglio la rubinetteria cromata consiste nell’uso della carta oleata da cucina: strofina la rubinetteria con questa, alla fine della pulizia, per ottenere una superficie lucente.

 

Leggi anche dal nostro Blog:

Vai all'articolo precedente:Rubinetteria per vasca da bagno: come scegliere quella giusta
Vai all'articolo successivo:Rubinetti da cucina: come scegliere il modello adatto alle tue esigenze
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image