Come pulire i termosifoni per garantire un inverno più caldo e pulito

Come pulire i termosifoni per garantire un inverno più caldo e pulito

I termosifoni sono uno degli elementi più importanti della casa, funzionali e comodi perché assicurano ambienti caldi duranti l’inverno, ma anche loro hanno bisogno della corretta manutenzione per durare a lungo ed essere sempre efficienti. Poiché rimangono accesi costantemente durante la stagione invernale, è inevitabile che vi si accumuli la polvere e prima di riaccenderli occorre liberarli dalle impurità, così da consentirne nuovamente l’utilizzo senza incontrare problemi. Ecco come pulire i termosifoni dalla polvere ed eliminare anche eventuali macchie di ruggine.

I termosifoni vanno puliti regolarmente

Dedicare attenzione alla pulizia dei termosifoni vuol dire evitare di avere problemi durante il loro funzionamento. Ricorda che devi eseguire la pulizia regolarmente durante la stagione invernale e comunque prima di accenderli dopo il riposo estivo.

Forse non hai idea di quanta polvere può annidarsi all’interno, ma anche fuori si accumula un po’ di polvere e quindi è assolutamente necessario toglierla prima di rimetterli in funzione. Cogli quindi l’occasione per eseguire una completa pulizia dei caloriferi durante la primavera, oppure durante l’estate, così potrai dedicare loro tutto il tempo necessario.

Togliendo la polvere anche l’aria sarà più salubre e quindi tutti coloro che abitano nella casa beneficeranno di un’aria più pulita e senza batteri. Come pulire i termosifoni chiusi? Semplice, basta strizzare un panno in microfibra e passarlo su tutta la superficie del termosifone per togliere tutta la polvere, poi passane uno asciutto sopra ed è già perfetto.

Invece, come pulire i termosifoni internamente? In questo caso devi considerare il materiale in cui sono realizzati, che può essere ghisa o alluminio, e anche il modello può richiedere un metodo di pulizia differente. Segui tutti i consigli per pulire correttamente i termosifoni.

Come pulire i termosifoni correttamente

La prima cosa che devi fare prima di procedere alla pulizia dei termosifoni è accertarti che siano spenti e che siano freddi. Controlla il materiale con cui sono realizzati i termosifoni, in modo da capire quale tipo di manutenzione devi mettere in atto.

Prima di cominciare le operazioni di pulizia, cerca di capire se ci sono dei mobili accanto che devono essere spostati. Se non è possibile spostarli, coprili con un telo e sul pavimento poggia dei giornali vecchi oppure degli stracci per evitare di sporcarli.

Una rimozione totale della polvere prevede anche la pulizia delle parti retrostanti dei caloriferi, ovvero quelle che sono rivolte verso il muro. In commercio puoi trovare delle spazzole fatte apposta per catturare la polvere, dalla forma affusolata, grazie alle quali puoi raggiungere anche gli angoli più difficili.

E come pulire i termosifoni stretti? Sempre grazie a queste spazzole speciali puoi pulire le fessure strette del calorifero e passare facilmente dall’una all’altra anche se sono strette.

In caso la polvere ancora non si sia tolta del tutto, prova a mettere un panno bagnato sotto il termosifone e dietro il muro. Prendi il phon e con l’aria calda spara contro il calorifero: in questo modo la polvere rimasta andrà via completamente e la troverai in basso e dietro al calorifero. Per una pulizia ancora più approfondita puoi usare anche il vapore. Con un getto di vapore puoi sciogliere facilmente lo sporco e le macchie che talvolta si formano sui caloriferi.

Per pulire dopo aver passato il vapore direttamente sulle superfici sporche, prendi uno straccio e togli ogni residuo rimasto. A questo punto passa un panno in microfibra e completa la pulizia.

Come pulire i termosifoni di alluminio

Pulire i termosifoni in alluminio è estremamente semplice. Prima di tutto, è necessario distinguere se i tuoi termosifoni sono tubolari e quindi di design. Come pulire i termosifoni tubolari? Per cominciare ti serve un panno antistatico, quindi comincia a passarlo su tutta la superficie del calorifero.

Se guardi il panno puoi vedere che la polvere è rimasta attaccata, ma per non riportarla nella struttura togli quella in eccesso e continua l’operazione. Per completare la fase di pulizia puoi utilizzare un detersivo neutro e dell’acqua tiepida, da passare sul calorifero con il panno ben strizzato.

Se ti accorgi che i termosifoni non scaldano bene apri la valvola e raccogli l’acqua che esce in un secchio in modo da eliminare le bolle d’aria che si sono formate all’interno. Non coprire i termosifoni, ma lasciali respirare.

Come pulire i termosifoni in ghisa?

I termosifoni in ghisa necessitano di una pulizia regolare e la polvere va rimossa periodicamente per mantenerli sempre efficienti e perfettamente funzionanti. In questo tipo di termosifoni in genere si accumula più polvere che in quelli di alluminio e per toglierla tutta devi procurarti un aspirapolvere molto potente.

Per non sporcare gli arredi presenti nella stanza abbi cura di coprirli prima di mettere in funziona l’aspirapolvere. Dopo averla rimossa, prendi una bacinella e posizionala sotto lo sfiato del termosifone, apri la valvola e fai scendere l’acqua sporca che si era accumulata nei tubi, falla uscire tutta. Non appena lo sfiato finisce chiudi la valvola, prendi una bacinella e metti dentro acqua tiepida e uno sgrassatore, immergi la spugna e lava il termosifone. Asciuga tutto con un panno in microfibra.

Come togliere la ruggine dai termosifoni   

Sui termosifoni è presente della ruggine e non sai come eliminarla? Certamente non si tratta di una cosa semplice, ma con un po’ di pazienza puoi riuscire nell’intento. Per cominciare, munisciti di una spazzola metallica e passala sulla parte interessata con delicatezza, fino a rimuovere solo lo strato superficiale danneggiato.

Poi passa un panno morbido oppure una spazzola con setole naturali, infine stendi sul metallo una soluzione preparata con sale da cucina e succo di limone e cospargila sulle zone da trattare. Fai agire per circa mezz'ora, poi strofina con una spugna umida fino a quando la ruggine non si rimuove del tutto. Dopo passa una protezione a base di cera d’api e procedi con la verniciatura.

Adesso ti chiederai, come verniciare i termosifoni? Ci sono due procedimenti, a spruzzo e con il pennello. Attenzione, però: il pennello va bene se i termosifoni sono in alluminio o in acciaio, mentre per quelli in ghisa è preferibile il metodo a spruzzo. In ogni caso, è sempre preferibile smontarli e riporli su un piano di lavoro per eseguire le fasi della verniciatura.

Vai all'articolo precedente:Come calcolare i termosifoni necessari per scaldare un ambiente
Vai all'articolo successivo:Come sfiatare i termosifoni in poche e semplici mosse
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image