Come sostituire il saliscendi della doccia: i nostri consigli pratici

Come sostituire il saliscendi della doccia: i nostri consigli pratici

Cambiare il saliscendi della doccia è un'operazione che spesso dobbiamo compiere per motivi estetici o pratici oppure per andare a sostituire un elemento danneggiato dalle molte sollecitazioni, in particolare quando la doccia viene utilizzata da più persone che vanno a regolare l'altezza del soffione della doccia in base alle proprie preferenze. Il continuo utilizzo può portare ad una sempre maggiore difficoltà nelle regolazioni se non addirittura alla rottura. La sostituzione saliscendi doccia può regalare un nuovo aspetto all'interno del nostro bagno con una spesa contenuta.

Sostituire saliscendi doccia: tutte le fasi

Sostituire il saliscendi della doccia è un'operazione abbastanza semplice da eseguire: tutte le tipologie di saliscendi in commercio sono dotate di attacchi universali per il collegamento all'impianto idraulico, per cui non serve effettuare alcuna modifica per assicurarsi l'approvvigionamento dell'acqua. Molto spesso l'asta di sostegno è un elemento separato e indipendente dal soffione della doccia, di conseguenza è possibile mantenere il vecchio soffione e sostituire solo l'asta, se compatibili.

Smontare il saliscendi della doccia

Per prima cosa, dobbiamo andare a rimuovere il saliscendi doccia già presente per poter installare quello nuovo. È un'operazione molto semplice, ma è importantissimo farlo prima di scegliere il nuovo saliscendi in maniera da poter misurare la distanza tra i fori esistenti, che solitamente sono 4 per ogni asta di saliscendi. Questo accorgimento è estremamente utile prima di scegliere ed effettuare il nostro acquisto, dal momento che quando andiamo a montare il saliscendi della doccia, se quello nuovo ha le stesse distanze tra i fori di quello che abbiamo rimosso si potrebbe anche evitare di andare a tamponare e coprire i fori precedenti, cosa che rischia di lasciare segni antiestetici sulla parete della nostra doccia.

Prima di iniziare le operazioni di smontaggio, assicuriamoci di aver chiuso i rubinetti centrali dell'acqua, per evitare che qualsiasi inconveniente possa portare all'allagamento del bagno. Per smontare l'asta, dobbiamo individuare i tappi che nascondono le viti e rimuoverli. Spesso basta fare leva con un cacciavite nelle fessure presenti sui tappi, ma alcuni modelli presentano delle piccole viti di chiusura che vanno rimosse con una chiave a brugola. Una volta rimossi i tappi, possiamo svitare le viti con l'ausilio di un avvitatore elettrico e rimuovere il vecchio saliscendi dalla parete.

Altezza saliscendi doccia

Dopo aver smontato il vecchio saliscendi e aver capito come scegliere quello nuovo in maniera da minimizzare l'impatto della sostituzione, bisogna valutare bene l'attributo fondamentale del nuovo saliscendi, ovvero l'altezza. Se siamo andati a sostituire il saliscendi della doccia, forse dobbiamo ragionare sul fatto che l'altezza fosse quella più adatta alle nostre esigenze. Per capire quale sia la giusta altezza è necessario misurare con attenzione, tenendo come riferimento la parte più alta del saliscendi, cioè quella che rappresenta il limite massimo del posizionamento del soffione.

In genere tra i 200 e i 220 cm di altezza si ha la misura perfetta, a seconda anche delle nostre caratteristiche fisiche. Di conseguenza, per fissare saliscendi doccia la regola è quella di misurare 220 cm al massimo dalla sua parte superiore fino al piatto doccia. In questa maniera riusciremo ad avere sempre una doccia confortevole e funzionale.

Montaggio saliscendi doccia

Per concludere andiamo a vedere come installare saliscendi doccia. Come abbiamo già detto all'inizio, si tratta di un'operazione semplice, se eseguita con metodo e rispettando tutti i passaggi, e che non richiede molto tempo per essere eseguita a regola d'arte.

Una volta che abbiamo verificato se i fori del nuovo prodotto sono compatibili con quelli del saliscendi che andiamo a sostituire, possiamo andare a fissare direttamente l'asta alla parete grazie al kit di montaggio incluso nella confezione. In caso contrario, per prima cosa dovremo preoccuparci di coprire i fori presenti sulla parete della doccia, facendo attenzione ad utilizzare uno stucco specificatamente indicato per un ambiente umido come quello della doccia.

Una volta stuccati i fori, dobbiamo misurare con attenzione l'interasse tra i fori presenti sull'asta che abbiamo comprato. Generalmente i saliscendi più comuni presentano 2 o 4 fori, posizionati nelle estremità superiori ed inferiori dell'asta. Facendo attenzione a riportare la corretta distanza tra i fori sulla parete, e assicurandoci che siano allineati perfettamente in verticale, possiamo utilizzare un trapano per praticare i fori nel muro, del diametro adatto per inserire i tasselli forniti in dotazione nel kit del saliscendi. Inseriti i tasselli a parete, potremo montare saliscendi doccia a parete avvitando le viti in corrispondenza dei fori e applicando i tappi sulle estremità per nasconderle alla vista.

A questo punto, verificata la stabilità della struttura, potremo installare il porta soffione, che consente lo scorrimento lungo tutto l'asta grazie ad un blocco a pressione che il più delle volte è regolabile in altezza, svitando ed avvitando la componente che sostiene il soffione. Una volta collegato il soffione al tubo dell'acqua, possiamo riaprire i rubinetti e verificare che l'installazione sia andata a buon fine.

Vai all'articolo precedente:Tipi di piatti doccia: quale scegliere in base alle esigenze
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image