Disposizione sanitari bagno per disabili: misure e distanze

7 Settembre 2022
Disposizione sanitari bagno per disabili: misure e distanze

La disposizione sanitari bagno per disabili è regolata da una specifica normativa, a cui bisogna attenersi per realizzare un bagno conforme alle regole. Vediamo di seguito quali sono le misure e le distanze minime sanitari disabili da rispettare.

Normative per la disposizione sanitari bagno per disabili

Le normative di riferimento, che regolano la disposizione sanitari bagno disabili più rilevanti, sono le seguenti:

  • Legge n. 13 del 9 gennaio 1989, “Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati”
  • Decreto ministeriale n. 236 del 14 giugno 1989, “Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell’eliminazione delle barriere architettoniche”
  • Circolare ministeriale n. 1669 del 22 giugno 1989, in riferimento al decreto precedente.

Chiunque oggi voglia realizzare un bagno per disabili deve fare riferimento a queste tre norme, e ai criteri stabiliti nella disposizione dei sanitari negli spazi interni.

Le norme precedentemente citate vanno applicate a tutti gli edifici privati di nuova costruzione, agli immobili di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e alle ristrutturazioni di immobili pubblici e privati.

Disposizione sanitari per disabili

Nel decreto sono contenuti dei suggerimenti per una migliore disposizione sanitari per disabili. Ecco quali sono:

  • Il lavandino dovrebbe essere posizionato preferibilmente nella parete opposta a quella dove è situato il wc.
  • Il wc dovrebbe essere situato nella parete opposta all’ingresso. La sua collocazione deve assicurare da un lato uno spazio adeguato per l’avvicinamento e la rotazione, e dall’altro un appiglio agevole.
  • Il bordo posteriore del bidet dovrebbe essere staccato dal muro.

Distanza sanitari disabili

Le distanze sanitari bagno disabili previste nel decreto sono finalizzate a garantire le manovre della carrozzina e l’uso di apparecchi e ausili per chi ha una ridotta capacità motoria. Pertanto, è necessario che:

  • Il WC deve essere posizionato ad almeno 140 cm da una parete e 40 cm dall'altra, per consentire di posizionare un'eventuale carrozzina.
  • A 40 cm dal WC vanno collocati posizionati un corrimano e una sbarra ribaltabile, per assicurare un ulteriore sostegno.
  • Dalla parte opposta al WC bisogna posizionare un lavabo a mensola ad 80 cm da terra.
  • Per la vasca servono 140 cm di spazio di manovra.
  • Nei servizi igienici dei locali aperti al pubblico bisogna prevedere e installare il corrimano vicino la tazza WC, di diametro 3 - 4 cm e posto ad altezza di 80 cm dal calpestio. Se viene fissato a parete deve essere posizionato a 5 cm da essa.

Misure minime sanitari disabili

La normativa vigente stabilisce che il bagno per i disabili deve avere una dimensione minima di 180×180 centimetri. Ovviamente, se gli spazi lo consentono, abbondare nel riservare maggiore ampiezza al bagno, per venire incontro alle necessità di tutti.

Anche nel caso delle misure sanitari disabili vanno obbligatoriamente rispettate, perché regolate sempre dal decreto n. 236 del 14 giugno 1989. Le dimensioni sanitari disabili previste dalla normativa sono:

  • Il lavabo deve essere di tipo a mensola, deve avere bordo anteriore a 80 cm dal pavimento con spazio libero sotto almeno 70/75 cm. Il rubinetto deve essere dotato di leva, meccanica o temporizzata, e lo specchio deve essere fruibile per tutti, perciò deve essere reclinabile oppure abbassato vicino a bordo.
  • Il wc deve essere preferibilmente del tipo sospeso, deve avere una seduta alta 45/50 cm e deve sporgere 75/80 cm dal muro per accostare la carrozzina.
  • Il piatto doccia deve essere filo pavimento e si consiglia un sedile da posizionare a 50 cm da terra e maniglioni da porre a 80 cm.
Vai all'articolo precedente:Disposizione sanitari bagno piccolo: i nostri consigli
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.
Torna su