Piastrelle adatte ad un bagno piccolo: quali scegliere e come posarle

21 Luglio 2021
Piastrelle adatte ad un bagno piccolo: quali scegliere e come posarle

Scegliere le piastrelle più adatte ad un bagno piccolo significa prendere una delle decisioni fondamentali per l'aspetto finale della stanza, perché il rivestimento potrebbe andare a modificare la sensazione di ampiezza e, più in generale, il "respiro" di cui lo spazio potrebbe risentire in condizioni di ristrettezza.

Vediamo allora brevemente come rivestire un bagno piccolo, partendo dalla scelta della tipologia di piastrelle da utilizzare e cercando di capire come eseguire una posa a regola d'arte, per avere un risultato finale che possa donare eleganza e stile anche ad un ambiente spesso sottovalutato come quello del bagno, soprattutto se in condizioni di spazio molto risicate.

Idee per piastrellare bagno piccolo: le scelte del rivestimento

Quando pensiamo a come piastrellare un piccolo bagno è necessario avere da subito chiaro l'obiettivo della nostra azione, vale a dire quello di amplificare il poco spazio a disposizione, con scelte di stile che possano fornire una sensazione di ampiezza il più marcata possibile.

A questo proposito, una prima indicazione è relativa alle dimensioni delle piastrelle per un bagno piccolo: è bene prediligere piastrelle con un formato grande, con bordi leggeri e rettificati, in modo da effettuare una posa che preveda una stuccatura in tinta con il colore del rivestimento stesso.

I motivi di questa scelta sono molto evidenti: dovremmo cercare di avere meno fughe possibili per dare una continuità al rivestimento, in modo da dare maggiore respiro alla nostra stanza. Le pareti che non presentano frequenti interruzioni sono infatti uno dei sistemi utilizzati per dare una maggiore amplificazione dello spazio esistente, e quindi la soluzione con sottili lastre di grandi dimensioni è la prima tra le scelte irrinunciabili quando si pensa alle idee di rivestimento per un bagno piccolo.

In secondo luogo, è utile anche un'indicazione di colore, che non ha solo motivi puramente stilistici, ma aiuta a fornire ampiezza alla stanza. È bene far ricadere la scelta verso tonalità più chiare, che certamente aiutano a fornire spazio e riducono il senso di ristrettezza della stanza. Questo ovviamente sempre se la scelta cromatica è in linea con l'arredamento scelto per il bagno piccolo da rivestire.

Altezza rivestimento bagno piccolo

Altro consiglio, per mantenere il senso di ampiezza all'interno di un bagno di piccole dimensioni, è quello dell'altezza del rivestimento. Sotto questo profilo, il consiglio potrebbe essere quello di pensare ad un rivestimento che arrivi fino al livello del soffitto solo per quello che riguarda la zona del box doccia, che necessita sempre di riparare il muro dal contatto diretto con l'acqua e dall'umidità in genere.

Possiamo quindi immaginare un rivestimento che nella maggior parte della superficie muraria del bagno arrivi ad un'altezza di 150 cm, lasciando che solo la zona della doccia sia rivestita nella sua interezza. Questo fornisce uno stacco nella maggior parte del bagno, che aiuta ad esaltare il senso di ampiezza e garantisce una scelta di stile visivamente molto accattivante.

In alternativa, si può anche immaginare di trattare il rivestimento della zona doccia con dei mosaici di varie colorazioni, per staccare decisamente quella parte da tutto il resto del nostro piccolo bagno.

Quali piastrelle per bagno piccolo?

La tipologia di piastrelle è un'ulteriore scelta che può fornire interessanti idee e spunti per andare a completare il rivestimento del nostro piccolo bagno. 

La ceramica è senza dubbio il materiale più utilizzato e ricercato per questo tipo di rivestimenti, per via della sua resistenza all'umidità e del costo tendenzialmente più basso. In questo caso occorre fare attenzione alle dimensioni, perché spesso sono standard e potrebbe essere più difficile reperirne di grandi.

Esistono poi quelle in vinile, materiale resistente e che permette anche di posare le piastrelle in autonomia, essendo questa soluzione composta da lastre autoadesive. Una soluzione che sicuramente non garantisce lo stesso risultato estetico della ceramica, ma che può essere presa in considerazione soprattutto per i piccoli bagni di servizio.

Possiamo poi anche valutare la possibilità di utilizzare piastrelle in legno, sughero, pietra o vetro, che forniscono senza dubbio una soluzione stilistica eccellente dal punto di vista puramente visivo, ma che scontano qualcosa sotto il profilo della delicatezza. 

Posa piastrelle bagno piccolo

Il capitolo della posa delle piastrelle su di un bagno di piccole dimensioni si lega a doppio filo a quanto detto riguardo al tipo di rivestimento scelto per arredare il nostro spazio angusto.

Prima di passare alla posa, è quindi utile avere le esatte misure della superficie da ricoprire, per poter selezionare la misura adatta delle nostre lastre con cui effettuare il rivestimento. La posa, come detto anche in precedenza, deve avere come regola generale quella di lasciare meno spazio possibile tra una piastrella e l'altra, proprio per diminuire al minimo il numero di fughe e il loro impatto visivo su tutte le pareti che compongono il nostro piccolo bagno.

Effettuata la posa, è consigliabile inoltre andare a stuccare con attenzione le fughe tra una piastrella e l'altra, utilizzando uno stucco in tinta con il colore scelto per il rivestimento, in modo da dare ulteriore omogeneità al rivestimento del nostro bagno.

Vai all'articolo precedente:Bagno senza piastrelle: pro e contro e rivestimenti alternativi
Vai all'articolo successivo:Come rivestire un bagno stretto e lungo: tipo di piastrelle e altezza ideale
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
Torna su
Cookie Image