Quale piatto doccia scegliere? Come orientarsi tra forme, marchi e materiali

Quale piatto doccia scegliere? Come orientarsi tra forme, marchi e materiali

Se hai intenzione di ristrutturare il tuo bagno oppure ne devi realizzare uno completamente nuovo, uno dei più grandi dubbi che dovrai risolvere riguarderà sicuramente la scelta del piato doccia. In commercio ne esistono tantissimi tipi differenti e di tanti marchi. Puoi trovare piatti doccia in ceramica, resina o acrilico; piatti doccia angolari, rettangolari, a semicerchio o addirittura su misura qualora avessi degli spazi ristretti o comunque obbligati da rispettare. Ma allora, quale piatto doccia scegliere? Ecco le nostre linee guida!

Dimensioni piatto doccia

La prima cosa di cui occorre tener conto per capire quale piatto doccia acquistare è senza dubbio lo spazio che si ha a disposizione per installare questo elemento all'interno del bagno. Una volta appurato lo spazio disponibile, puoi pensare alle dimensioni e alla forma del piatto doccia più indicati ai tuoi spazi.

Ovviamente, oltre all’ingombro del solo piatto, dovrai anche considerare lo spazio utile circostante: per accedere a sanitari , porte, mobili, altri oggetti del bagno o anche per lo sportello di accesso alla doccia stessa.

Se intendi sostituire una vecchia vasca con una doccia non c’è problema. Se la vasca ha dimensioni standard potrai facilmente trovare piatti doccia delle stesse dimensioni.

 

Qui potrai trovare altre informazioni su come trasformare una vasca da bagno in doccia.

 

Piatto doccia in resina Fiora filo pavimento

Piatto doccia materiali e forme

Piatto doccia in ceramica

I piatti doccia in ceramica sono senza dubbio quelli maggiormente diffusi e la scelta effettuata dalla maggior parte delle persone. Questo avviene perché generalmente sono resistenti, facili da pulire e hanno un rapporto qualità-prezzo sempre molto conveniente.

Di contro però, un piatto in ceramica ha delle misure standardizzate che lo rendono meno adattabile a particolari esigenze specifiche. Certo, i formati disponibili sono molti, ma si è comunque obbligati a trovare soluzioni di compromesso.

Se la ceramica può essere tra le tue scelte, ti consigliamo uno dei piatti doccia Pozzi Ginori in fine fire-clay e con bordo rialzato.

Piatto doccia in acrilico

Puntando sull’acrilico si ha la certezza di una base per doccia adattabile alle esigenze dimensionali più svariate.

Oltre ad essere relativamente economico, l’acrilico permette anche di ottenere un piatto doccia su misura, tagliandolo delle dimensioni desiderate (soluzione molto utile se si vuole un piatto doccia filo pavimento).

Altro punto di forza dei piatti doccia in acrilico, nel caso in cui si rompano o si scheggino, è quello di poterli ripristinare, portandoli al loro stato di bellezza originale.

Piatto doccia in resina

La resina è sicuramente uno dei materiali più richiesti e ricercati perché resistente, bello da vedere ed estremamente personalizzabile: con forme, colori, finiture materiche, ma anche con misure sagomabili a piacere.

Con un piatto doccia Fiora ad esempio potrai scegliere tra modelli di piatto quadrati, angolari, rettangolari con bordo rialzato o filopavimento. Potrai anche scegliere tra svariati colori o la particolare texture del piatto doccia in ardesia.

Anche un piatto doccia Hafro unisce le proprietà della resina a forme e colori di tendenza, ne è la dimostrazione la linea FORMA Hafro-Geromin.

Vai all'articolo precedente:Come funziona una vasca idromassaggio
Vai all'articolo successivo:Box doccia senza silicone e senza profili: la tendenza del momento
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image