Quale termostato scegliere: consigli utili e fattori da considerare

Quale termostato scegliere: consigli utili e fattori da considerare

Forse non tutti se ne rendono conto, ma il termostato ambiente è un elettrodomestico a tutti gli effetti, e serve a comandare e modificare le impostazioni della temperatura domestica, uno dei fattori di maggiore impatto sul comfort della propria abitazione.

Con il tempo il termostato è cambiato moltissimo esattamente come accade per tutti gli altri elettrodomestici che trovano posto nella nostra casa. La tecnologia ha permesso a questo semplice oggetto di essere importante non solo per una regolazione della temperatura, ma anche per andare a valutare e, se possibile, contenere le spese che si sostengono per il riscaldamento della casa.

Quindi esattamente come si farebbe per una lavatrice o un frigorifero, è bene prestare un minimo di attenzione quando si decide di installare un termostato nuovo. Ecco quindi una guida per capire quale termostato acquistare in base alle nostre aspettative ed esigenze.

Termostato ambiente quale scegliere?

Vediamo da quali considerazioni partire per capire quale termostato scegliere in base alle esigenze e anche al posto dove questo dovrà essere installato. Infatti una delle cose primarie da valutare è quanto possa essere smart la nostra casa, e se vale la pena inserire un elettrodomestico intelligente che possa integrarsi nell'ecosistema dei nostri dispositivi domestici, o se magari basta un semplice termostato ambiente che faccia una semplice regolazione della temperatura.

Dobbiamo comunque sapere che ormai, al giorno d'oggi, quelli che troveremo in commercio sono praticamente tutti termostati digitali, quindi raramente ci troveremo di fronte ai cari vecchi termostati a manovella come quelli che siamo stati abituati a conoscere negli anni passati.

Vediamo in rassegna cosa offre il mercato attuale in termini di termostati per il controllo della temperatura domestica.

Termostato ambiente base

Si tratta di un classico termostato ambiente meccanico, collegato all'impianto di riscaldamento. Questa tipologia è la più semplice possibile sul mercato, e si compone di un semplice tasto di accensione e spegnimento per l'impianto di riscaldamento e di una manopola per la regolazione della temperatura interna della casa. Il loro unico vantaggio è quello di essere i più economici, ma consentono davvero poca flessibilità nella gestione del riscaldamento domestico.

Termostato ambiente digitale

Il secondo che prendiamo in esame è quello digitale. Si tratta di un termostato facile da utilizzare, con uno schermo a cristalli liquidi e molto spesso dei tasti fisici posti sotto il display, utili per regolare le impostazioni.

Molto frequentemente questo tipo di prodotto non si limita a consentire la sola regolazione della temperatura, ma nasconde delle funzionalità aggiuntive interessanti che sono di enorme aiuto nella gestione del riscaldamento casalingo. Si parla infatti di termostato digitale programmabile, perché le sue funzionalità aggiuntive possono comandare l'accensione e lo spegnimento del riscaldamento, a seconda dell'orario impostato. Rispetto ai classici termostati di una volta questa è sicuramente una bella opzione, ma che rende allo stato attuale questo tipo solo il primo gradino tra le possibili nuove applicazioni del termostato ambiente in ambito domestico.

Termostato gsm

Un'ulteriore perfezionamento del termostato si ha con l'offerta di prodotti di questo tipo, dotati di una componente gsm che li rende controllabili da remoto. Esattamente come accade per altre applicazioni di domotica, anche il termostato gsm può avere al proprio interno lo spazio per una classica sim telefonica. Questo tipo di miglioria gli permette di essere controllato anche a distanza, potendo impostare manualmente anche da fuori casa l'accensione e lo spegnimento dell'impianto di riscaldamento. Quindi questo ulteriore passo nell'evoluzione del termostato consente di gestirlo quando non si è direttamente nella propria casa, ma sono ancora molte le nuove funzionalità introdotte dai nuovi termostati ambiente di ultima generazione.

Termostato wireless

Altro perfezionamento nel campo dei termostati, che consente a questo termostato wifi di essere collegato alla rete domestica per aggiungere funzionalità sempre più specifiche alla gestione del riscaldamento. Oltre ad essere comandabile da remoto tramite le applicazioni scaricabili, questa tipologia di termostato touch screen consente la programmazione oraria per l'accensione e lo spegnimento, fungendo quindi da vero e proprio cronotermostato. Ovviamente questi termostati sono quelli di ultima generazione, e la loro flessibilità di utilizzo è garantita anche dalla possibilità di essere comandati da più utenti (quindi tutti i componenti della famiglia).

Termostato intelligente

Infine l'ultima frontiera per la gestione della temperatura e del comfort domestico. I termostati intelligenti consento una flessibilità estrema nel personalizzare al massimo l'utilizzo del riscaldamento. Dotati ovviamente di tutta la connettività di ultima generazione per integrarsi perfettamente con i sistemi di smart home attuali, questi prodotti consentono una grande varietà di opzioni su numerosi parametri connessi al riscaldamento. Naturalmente la gestione di accensione e spegnimento è temporizzata, ma vi è anche la possibilità di gestirla in base alla temperatura della casa, grazie a dei sensori che rilevano i gradi, garantendo una gestione più oculata. Con questi nuovi sistemi si avrà anche la possibilità di differenziare l'intensità del riscaldamento per zone, ottimizzando al massimo i consumi.

Vai all'articolo precedente:Come sfiatare i termosifoni in poche e semplici mosse
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image