Temperatura ideale in casa: come impostare il termostato correttamente

Temperatura ideale in casa: come impostare il termostato correttamente

Con il sopraggiungere dell’inverno urge la necessità di accendere i riscaldamenti per rendere accoglienti e confortevoli le case. La domanda che si pongono tutti coloro che sono alle prese con questa necessità è la seguente: qual è la temperatura ideale da mantenere in casa?

Come impostare il termostato? A questo riguardo sono tante le opinioni, e spesso sono anche divergenti, quindi occorre fare chiarezza per dare a tutti la possibilità di garantire il massimo comfort negli ambienti. Scopriamo quindi qual è la temperatura ideale in casa.

Temperatura termostato casa ideale

Prima di specificare e approfondire l’argomento su qual è la temperatura ideale in casa bisogna sottolineare che non è semplice stabilire una temperatura specifica, in quanto le esigenze sull’uso di energia variano da una famiglia all’altra.

Infatti, la necessità varia a seconda se l’impianto di riscaldamento è costituito dai classici termosifoni in ghisa oppure da un impianto più moderno come quello a pavimento.

Per quanto riguarda gli impianti a radiatori tradizionali la temperatura dell’acqua si aggira in genere attorno ai 60 – 80 ° C, mentre per gli impianti di riscaldamento a pavimento questa scende intorno ai 40 – 50 ° gradi.

Di conseguenza, in quest’ultimo caso si verifica un costo minore del riscaldamento per l’acqua di mandata e di ritorno.

Temperatura in casa d'inverno

Qual è la temperatura consigliata in casa in inverno? In inverno la temperatura ideale da impostare in casa di giorno è di 22 ° C, ma è comunque consigliabile impostare termostato a 20 ° C. Se però in casa non c’è nessuno durante la giornata è consigliabile impostare il termostato su una temperatura compresa tra 19 ° C e 17 ° C.

Bisogna tenere presente che la strategia di riscaldamento invernale per essere efficiente dal punto di vista energetico deve avere come obiettivo quella di mantenere calda la casa ed impostare quindi adeguatamente il termostato adeguate per non avere bollette salate.

Come impostare il termostato del riscaldamento

L’impostazione temperatura termostato di giorno deve essere fatta con criterio. Quando fuori fa freddo non è consigliabile impostare il termostato a temperature molto elevate perché questo vorrebbe dire spendere molto di più.

Infatti, maggiore caloria vi è nella casa e maggiore sarà l’energia termica che si perderà all’esterno. Invece, più bassa è la temperatura all’interno della casa e minore sarà la percentuale di energia termica persa.

Per avere ambienti sempre confortevoli è dunque preferibile impostare i termostati tra i 20 e i 22 ° C quando in casa vi sono delle persone. Queste temperature sono sufficienti per mantenere la casa accogliente quanto basta per far stare tutti bene.

A quanto impostare il termostato di notte o quando si è fuori

A quanto impostare il termostato di notte o quando si è fuori di casa? In entrambi i casi è preferibile abbassare la temperatura a 16-17 gradi.

Infatti, mentre in casa non c’è nessuno oppure tutti dormono e quindi sono meno attivi non c’è alcun bisogno di far sprecare energia al sistema di riscaldamento.

La regolazione termostato a questa temperatura è ideale anche per mantenere i tubi di casa in condizioni perfette per non essere intaccati dal congelamento quando si abbassano ulteriormente le temperature esterne.

Come programmare un termostato digitale

Programmare il termostato è la soluzione perfetta per trovare al rientro la casa sempre ben riscaldata e assicurare agli ambienti la temperatura ideale anche di notte.

Il termostato programmabile ha infatti il compito di creare impostazioni di temperatura ideali. Nel corso della loro installazione è possibile programmare i termostati per dare le specifiche temperature in orari determinati della giornata.

Le temperature fornite dal termostato intelligente permettono di risparmiare fino al 15% sulle bollette del riscaldamento, il che vuol dire che vale la pena investire su questo accessorio di elevata tecnologia.

Il termostato digitale viene collegato all’impianto di riscaldamento tramite un collegamento elettrico e consente di impostare la temperatura giornaliera e settimanale, in maniera tale da avere sempre quella ideale nella casa.

I vantaggi di avere un timer che assolve a tutte le funzioni sono innegabili e fornire all’apparecchio le informazioni per accendere e spegnere l’impianto di riscaldamento ad orari precisi e solo in alcune aree dell’abitazione è qualcosa di molto utile.

Si tratta di un piccolo apparecchio che può essere installato a parete ed è composto da una scocca contenente tutta la zona dei circuiti di pilotaggio.

In genere la scocca è rimovibile per facilitare la sostituzione dell’alimentazione se il termostato è a batterie, ma è comoda anche per poter favorire l’installazione e fare la programmazione.

Sulla parte frontale si trova un display in cui compare la temperatura e diversi parametri come la temperatura della casa in quel momento e quella che invece dovrebbe esserci. Tutti i vari parametri possono essere gestiti grazie ad una piccola tastiera che è anche touch in alcuni modelli più recenti.

I parametri possono essere visualizzati e controllati regolandosi in funzione degli istogrammi riferiti alla temperatura delle diverse zone della casa, in modo da gestire al meglio la distribuzione della temperatura.

Vai all'articolo precedente:Come montare un termoarredo: i nostri consigli pratici
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image