Vasca da bagno freestanding: quale scegliere e come installarla

8 Settembre 2021
Vasca da bagno freestanding: quale scegliere e come installarla

A differenza di una classica vasca da incasso, la freestanding è una vasca indipendente e autoportante, rifinita su tutti i lati; funziona come una qualsiasi vasca comune, con l'unica differenza che è a libera installazione. Proprio per queste sue particolari caratteristiche, estetiche e di stile, la vasca freestanding diventa la protagonista della stanza, l'elemento dell'ambiente che si nota subito non appena si entra.

Come scegliere una vasca freestanding

Misure, forme e materiali: ce ne sono per ogni esigenza e gusto. Rettangolari con gli angoli arrotondati, ovali, rotonde o asimmetriche, in ceramica, acrilico, in pietra o in metallo. 

Le misure di una freestanding sono variabili: generalmente una vasca di dimensioni comuni va dai 170 cm in lunghezza ai 70 cm di larghezza, ma se ne trovano anche di leggermente più compatte, lunghe circa 120 cm, o altrettanto comode per due persone, lunghe oltre i 2 metri e larghe il doppio, dai 140 ai 150 cm.

La vasca freestanding richiede di norma una stanza da bagno di metratura medio-grande. La motivazione sta nella funzionalità: la freestanding, infatti, richiede un maggiore spazio di movimento, sia nell'uso che per la pulizia.

Inoltre, la sua rubinetteria, non essendo a parete, occupa uno spazio ulteriore. Può essere anch'essa autoportante, come nel caso di una vasca da bagno posizionata al centro della stanza, oppure montata sulla vasca stessa. Nel caso invece di installazioni vicino ad una parete o in un angolo della stanza, la rubinetteria potrebbe essere a muro. 

Da non dimenticare, il prezzo: se la vostra priorità nella scelta è il costo, valutate soprattutto il materiale della vasca e la tipologia di rubinetti da abbinare. L'acrilico è il materiale più economico e più venduto negli outlet di arredo come "entry level", è il più adattabile allo stile e ha una buona durata. Materiali come la pietra o i metalli sono molto più costosi, oltre ad essere molto più pesanti.

Come installare una vasca freestanding: montaggio vasca freestanding

A questo proposito, una parentesi sul montaggio di una vasca freestanding.

In una vasca da bagno classica, il guscio e parte dello scarico della vasca sono coperti dalla muratura di laterizio o da pannelli, ed i rubinetti sono a parete. Nel caso di una vasca freestanding, invece, lo scarico è sotto alla vasca e la tubatura è dentro al sottofondo del pavimento. La rubinetteria, come detto prima, è generalmente autoportante.

Il lavoro del progettista, soprattutto nella fase di ideazione della stanza, è indispensabile per ottenere un risultato che sia ottimale sia in termini di estetica ma, soprattutto, di funzionalità. 

Vasca da bagno freestanding pro e contro

La versatilità di una vasca freestanding non è il suo unico vantaggio: 

  • facilmente adattabile con l'arredo della stanza da bagno, ne trovi una per ogni stile;
  • posizione vasca freestanding, la puoi mettere dove vuoi;
  • valorizza l'ambiente, è un elemento scenografico di pregio;
  • ideale per una zona relax o per bagni con spa.

Purtroppo, però, sono da valutare anche alcuni svantaggi:

  • richiede spazio, sia di movimento che per la pulizia (se ha i piedini e non è a filo pavimento, sarà maggiormente scomoda da pulire e non può mancare lo spazio sufficiente);
  • non ha bordi dove poter poggiare i flaconi di shampoo o bagnoschiuma, si devono considerare quindi ulteriori elementi di arredo per sopperire a questa mancanza (si possono prevedere nicchie a muro, mensole a supporto o sgabelli a corredo);
  • il peso (se si scelgono materiali più pesanti, è da valutare anche la resistenza di solai e pavimenti);
  • il costo, dipende soprattutto dal materiale che si sceglie e dalle dimensioni della vasca.

Vasca da bagno freestanding opinioni

Per alcuni la vasca freestanding è sostanzialmente scomoda e poco funzionale. Per altri, questa stessa caratteristica è un compromesso da accettare, a fronte di una resa estetica di altissimo impatto.

Vai all'articolo precedente:Come eseguire correttamente il montaggio piatto doccia filo pavimento
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
Torna su
Cookie Image